sabato 29 dicembre 2018

RICORDI DI NATALI PASSATI...

Con piacere partecipo ad un giochino a tema natalizio ideato da Mikimoz: "I miei Natali del passato" (QUI il post relativo)



Sono stata taggata da Fiore del blog  Casalinga per caso che ringrazio perchè a me piace sempre molto partecipare a questo tipo di attività dove ci si può conoscere un po' meglio...

Ecco le regole di questo simpatico giochino: 

  • Elencare tutto ciò che è stato un simbolo dei nostri Natali del passato, in base ai vari argomenti  elencati più in basso;
  • avvisare Moz dell'eventuale post realizzato lasciando un commento al suo post relativo all'iniziativa  QUI
  • ci sarebbero poi da taggare cinque blogger invitandoli a partecipare a questo gioco: io sono sempre un po' in difficoltà e imbarazzo a fare nomi così rivolgo l'invito a tutti e chiunque abbia voglia può partecipare 😊

GIOCHI
Devo essere sempre stata una brava bambina perchè Babbo Natale arrivava tutti gli anni 😅
Ricordo in particolare quando, avrò avuto 8-9 anni,  Babbo Natale mi portò "Barbie ballerina"! 
La attendevo con trepidazione da mesi: di Barbie ne avevo altre ma quella è stata la mia prima Barbie snodabile... una vera gioia e ci ho giocato per tantissimo tempo!  

FUMETTI
Da piccola non leggevo molti fumetti: libri sì ma di fumetti a casa mia non ce n'erano. Ricordo che leggevo Topolino quando passavo qualche giorno a casa dei miei nonni ma era quasi un ripiego perchè libri che mi interessavano lì non ce n'erano e quindi "mi accontentavo" di leggere i fumetti, in particolare mi piaceva molto "Il manuale delle Giovani Marmotte"...
Attorno ai vent'anni mi sono appassionata ai fumetti di "Dylan Dog": ricordo che a Natale usciva sempre un albo grande e solitamente a colori: ovviamente correvo a comprarlo!

FILM
Il primo film che mi viene in mente è "Sette spose per sette fratelli": immancabile ad ogni Natale... I miei nonni, gli zii, mamma e papà, insomma TUTTI volevano vederlo e quindi anche noi bambini davanti alla TV a guardare questi sette cacciatori/boscaioli che cantano e ballano ...
Devo essere sincera: non mi è mai piaciuto particolarmente quindi ora quando lo fanno vedere per la TV  cambio canale; vuoi mettere un "Miracolo sulla 34 strada"? 

TELEVISIONE
A casa dei nonni la TV era sempre accesa e, oltre al film di cui sopra, ricordo che c'era sempre qualche spettacolo del circo.

CANZONE
Le classiche canzoni natalizie imparate già dall'asilo: "Astro del ciel", "Tu scendi dalle stelle", "Bianco Natale" e poi un tipico canto in dialetto veneto "Ciara Stea" (Chiarastella) che si canta andando di famiglia in famiglia portando gli auguri natalizi; ogni Natale noi bimbi la cantavamo per nonni e zii e poi immancabile scattava una piccola "mancietta" per ciascuno.
Ricordo poi sempre con emozione "Do they know it's Christmas" del 1984; lì c'è tutta la mia adolescenza: i miei cantanti preferiti (Duran Duran forever👍) e quelli delle mie amiche, tutti i cantanti più famosi di quel tempo che ti portano a canticchiare le loro canzoni, gli abiti, le pettinature del tempo... in questa canzone e in questo video ritrovo i miei 14 anni, l'entusiasmo e la spensieratezza dell'epoca, il fatto poi che tutti questi "grandi" si fossero messi insieme per fare qualcosa a scopo benefico ai miei occhi li faceva sembrare ancora più grandi... e grazie a loro ho scoperto l'impegno sociale!


CIBO 
Ricordo tavole imbandite di ogni cosa, immancabili i tortellini in brodo e il lesso... ma poi c'era pure l'arrosto, verdure varie, salsine a volontà, formaggi, frutta... 
Ricordo una cosa che c'era solamente a casa dei miei nonni e solo nel periodo delle feste natalizie:  le "stracaganasse" ovvero delle castagne secche... detto così non sembra un granchè ma ricordo che mi piacevano molto anche se erano molto dure e rischiavi di dover rigirare in bocca la povera castagna anche per venti minuti prima di riuscire a mangiarla!

LUOGHI 
Natale si festeggiava a casa dei nonni materni assieme a zii e cugini!
Era sempre una grande festa perchè non capitava in altre occasioni di ritrovarsi tutti assieme; quasi tutti gli anni riuscivano a raggiungerci anche i parenti che abitavano in Svizzera e allora potevamo essere anche in 23-24 persone e c'era posto per tutti!

LIBRI 
Ricordo che il primo libro che ho letto (un vero libro, non uno con le figure) è stato un regalo di Natale: "Pinocchio"! Io ero in prima elementare e avevo appena imparato a leggere ma la soddisfazione di aver ricevuto un libro "da grandi"  (senza figure per me era un libro da grandi...) fu enorme.
Quel libro ce l'ho ancora: le pagine sono ingiallite ma è uno degli oggetti più "preziosi" che ho!

VIDEOGAMES
All'epoca non credo esistessero videogames portatili, gli unici erano quelli che si trovavano in sala giochi dove però non andavamo certo a Natale!

LIFE 
Nei giorni che precedevano il Natale si preparava l'albero e il presepe.
Ricordo in particolare un anno in cui mio papà era a casa da lavoro perchè era stato operato alla schiena e quindi è rimasto a casa per parecchio tempo: quell'anno abbiamo fatto insieme le statuine del presepe rivestendo con il DAS le bottigliette di vetro dei succhi di frutta... mai presepe fu più bello!

FOTO DI UN NATALE PASSATO 
Vai a trovarle ora delle foto di un Natale passato... saranno a casa dei miei in qualche scatola ma chissà dove! Questo punto quindi lo devo saltare...



Ho ripensato con gioia a tutti questi momenti dei miei Natali passati: ora che sono mamma cerco ogni Natale di "riproporre" alcune cose in modo che attraverso i 5 sensi "riconoscano" l"atmosfera natalizia tipica della nostra famiglia: le musiche natalizie (in primis Michael Buble), il profumo dei biscotti al pan di zenzero, le lucine blu sul cielo del presepe e i festoni colorati e luccicanti, il gusto di alcuni cibi che si mangiano solo a Natale, l'umidità del muschio contrapposta alla secchezza della paglia nella mangiatoia con il bambinello...
Spero che una volta adulti, sentendo questi suoni, profumi, gusti... si ricordino dei Natali passati e spero con tutto il cuore che siano ricordi felici💖💞💕



5 commenti:

  1. Si ricorderanno tutto.
    Nello stass tag, qualche settimana fa, scrissi che per me il Natale sono le statuine del presepe costruite col das, insieme a mia madre, quand'ero piccola.
    E lo sai che i tortellini in brodo sono il mio piatto preferito, anche se sono Pugliese? 😉
    Buona fine d'anno. Bacio

    RispondiElimina
  2. sono felice che abbia accettato di proseguire qst tag e altrettanto felice di leggere le tue risposte che sono molto belle ed evocative. forse il bello del Natale sta proprio per chi ha figli nel tramandare qst care usanze...
    auguri

    RispondiElimina
  3. Che belli i tuoi ricordi,in parte assomigliano ai miei!

    RispondiElimina
  4. Ciao mi è piaciuto molto leggere il tuo post. Io invece non amavo molto le Barbie. Miracolo della 34 strada è veramente un bel film. Buon anno.

    RispondiElimina
  5. Ciao! Bellissimi ricordi... Volevo solo segnalarti il mio post http://creattivamentelulu.altervista.org/blog/2018/12/giochiamo-con-i-mesi-solocosebelledicembre/ e farti tanti auguri di un Buon anno nuovo!!!
    :)
    Auguri e ...a presto!
    Lulù

    RispondiElimina

Scrivimi... mi fa molto piacere sapere quello che pensi!