venerdì 28 settembre 2012

I COLORI DELL'AUTUNNO

"Dal ramo una foglia gialla
si è staccata e adesso balla,
balla in un cielo azzurrino
di un autunno settembrino.
Il grande albero già un po' si è spogliato,
guarda: tutto rosso è diventato....
e ai suoi piedi un tappeto dorato
allegro crocchia se calpestato!
In classe su un cartellone 
primeggiano il giallo, il rosso e il marrone
e la maestra dice all'alunno:
- sono i colori dell'autunno -!"

Eh sì... addio giornate lunghe ed assolate: è iniziato l'autunno!
Dopo questa poesiola, scritta da me e dedicata a questa stagione appena iniziata, ecco un lavorettino semplice da fare con l'aiuto dei bambini: dei simpatici segnalibri.
Per prima cosa ho cercato su internet degli aforismi che riguardassero la lettura: ce ne sono un'infinità.... a voi la scelta!
 

Mi piaceva dare un aspetto un po' "vintage" a queste celebri frasi così, dopo averne ricavato tanti pezzetti di carta, ho provveduto a colorarle con il caffè ed ecco quindi i miei "aforismi al caffè"!
 

Una volta asciutti li ho incollati su dei cartoncini precedentemente tagliati della misura scelta.
Alcuni sono cartoncini ondulati, altri li ha colorati con gli acquerelli la mia bimba: lei si è divertita molto e il cartoncino ha acquistato un colore leggermente sfumato che mi piace proprio!
Ho poi abbellito i segnalibri con timbrini, stencil, nastrini... vi potete certamente sbizzarrire e i vostri bimbi con voi! 
Ed eccoli qui

Questi altri, che non avevano "abbellimenti" in rilievo tipo nastrini e fiocchetti, li ho potuti plastificare


Io li ho fatti restando in tema autunnale ma si possono fare ispirandosi al Natale, con tanti cuoricini per la festa degli innamorati oppure sostituirli al solito biglietto quando si regala un libro.
Io ne ho già in mente tanti altri, però non vi anticipo nulla... continuate a seguirmi!!!









 

giovedì 20 settembre 2012

Settembre... tempo di vendemmia!

Da piccola aiutavo mio papà quando era il momento di vendemmiare.
Ricordo con un po' di nostalgia quei giorni... fazzoletto in testa tipo "contadinella", pantaloni lunghi per evitare che erbe e rametti vari potessero ferirci le gambe e io e mia sorella cominciavamo a raccogliere caldi e succosi grappoli d'uva in quei lunghi filari di vigna!
Ricordo il sapore di quei dolcissimi acini, le forbici che non tagliavano quasi mai (perchè, ovviamente, gli attrezzi migliori li usavano gli adulti che erano quelli che poi facevano il grosso del lavoro...), la gara per vedere chi riempiva il cesto per primo. La gioia più grande però arrivava quando, riempite un certo numero di ceste, arrivava mio papà con il carretto.
Il carretto serviva per trasportare le ceste dalla vigna alla cantina dove c'era la macchina per macinare l'uva ma... doveva restare un posticino libero sul carretto: io e mia sorella dovevamo salirci e il tragitto in quel buffo veicolo che mio papà spingeva su quel terreno sconnesso era il più divertente "giro in giostra" che noi ricordassimo!!!
Bei ricordi... 
Pensare che invece qualche anno fà, quando dopo anni ho nuovamente aiutato mio papà nella vendemmia, non mi sono divertita per niente: troppo caldo, api e vespe che mi terrorizzavano, altri insetti fastidiosi... e nemmeno l'uva era più buona come una volta!
Poi mancava anche il carretto e allora... ho fatto una vigna su misura per me!
Ci ho messo parecchi mesi a farla ma almeno non è da vendemmiare!!!
In giro per il web si trovano parecchi tutorial su come fare una vigna con le perline, io ho trovato questo che mi sembra abbastanza semplice: chi ha un po' di dimestichezza con le perline può provare a farne una seguendo le indicazioni riportate qui 
 http://www.abchobby.it/hobby/galleria_lavori/perline/uva_vite_vigna.htm
Se vi cimentate nell'impresa... buon lavoro!!!

sabato 15 settembre 2012

Ciao a tutti


Ciao a tutti,
sono Maria Chiara, in arte (parola grossa....) maryclaire!
E' il mio nome in inglese e, avendo studiato questa lingua a scuola, spesso i miei compagni mi chiamavano così... e devo dire che mi piaceva: ha un bel suono e quindi ho deciso di usarlo come nome per il mio blog.

maryclaire perle&cose... perchè?
Mi piace molto creare oggetti con le perle, le utilizzo per fare fiori, gadgets, bijoux... ma adopero anche altri materiali per le mie creazioni, insomma altre "cose" oltre alle perle, per creare le mie "cose".
Ma "maryclaire perle&cose" può avere anche un altro significato: se dividiamo le parole, diventa "maryclaire per le cose" e anche questo significato mi piace... il mettermi a disposizione per fare delle cose. 
Sono parecchio attiva presso la mia parrocchia dove presto servizio come catechista e dove organizzo dei corsi di manualità creativa, sono rappresentante nella classe per mio figlio alle scuole medie e fino allo scorso anno lo ero nell'asilo della piccola, se ho tempo e qualcuno mi chiede una mano... cerco di aiutare: penso sia un dovere in quanto facente parte di una comunità e spero che i miei figli crescano con questa mentalità!
Tra tutti questi impegni, la famiglia, la casa e il lavoro... non mi resta molto tempo per "creare" però, se mi organizzo per benino, vedo che riesco a trovare anche uno spazietto per me e le mie "cose"

La foto del mio profilo personale riporta un'immagine del mio tavolo da lavoro, pieno di alcuni dei materiali che uso: dalle perline all'uncinetto, dagli acquerelli ai brillantini, carte, cartoncini e gomitoli.... come vedete ce n'è per tutti i gusti così, spero che mi seguirete in tanti!

A presto!!!  

maryclaire

Con questo post partecipo al Link Party di SQUITTY DENTRO L'ARMADIO